• Facebook
  • Twitter
  • Plus
tantarobanews
Errore
  • JUser: :_load: non è stato possibile caricare l'utente con ID: 63

Rugby

Rugby, Test Match: Buona Italia per un'ora, ma vince il Sudafrica

Il novembre di Test Match si è chiuso per l'Italrugby col bilancio di una vittoria e due sconfitte, l'ultima delle quali maturata oggi a Padova contro il Sudafrica per 6-22. Gli Azzurri, in un "Euganeo" stracolmo, hanno tenuto botta egregiamente ai due volte campioni del mondo sudafricani almeno fino a venti minuti dal termine, perdendo poi di costanza nel finale a causa della stanchezza, meno avvertita dagli Springboks maggiormente abituati a giocare ad alti livelli con una certa frequenza. A dimostrazione della bontà della prova italiana per due terzi di gara il punteggio finale del primo tempo, chiusosi col Sudafrica avanti di sole 2 lunghezze, 6-8, per effetto di due piazzati di Haimona per gli Azzurri e di un piazzato di Lambie e la meta di Oosthuizen per gli ospiti. Nella ripresa l'Italia ha continuato a mostrare buone cose provando ad impensierire la sempre sicura difesa degli Springboks che però, sornioni, dopo aver fatto sfogare più volte gli Azzurri in azioni prolungate che difficilmente sono giunte fin nei 22 avversari, hanno costruito due contropiede da applausi, finalizzati da Reinach - successivamente per il numero 9 sudafricano arriverà anche il titolo di MVP del match - e, allo scadere, da Habana, con entrambe le mete trasformate da Pollack per il 6-22 conclusivo. Per rivedere all'opera la nazionale di coach Brunel e capitan Parisse occorrerà ora aspettare febbraio con l'inizio del Sei Nazioni, mentre gli Springboks concluderanno il loro tour europeo solo sabato prossimo col match di Cardiff contro il Galles.

Rugby, Test Match: a Genova Argentina di misura sugli Azzurri

Non è riuscito il bis a Sergio Parisse e compagni, una settimana dopo la vittoria contro Samoa. Al "Luigi Ferraris" di Genova gli Azzurri sono stati battuti per 18-20 dall'Argentina. Una sconfitta che lascia molto rammarico considerando la buona prestazione italiana specie nel primo tempo, dominato per 39 minuti ma chiusosi con la meta argentina ad opera di Amorosino, giunta al termine di una azione insistita dei nostri avversari nata da un errore di Edoardo Gori. Questa marcatura, che è valsa ai sudamericani il -2 dagli Azzurri (12-10), ha cambiato l'inerzia della partita che fin lì l'Italia aveva controllato e meritato di condurre difendendo in modo deciso e ordinato e costringendo più volte al fallo gli avversari, puniti per ben 4 volte dalle pedate di Kelly Haimona, che a fine match potrà vantare un eccellente 5 su 6 dalla piazzolla. Diversa la situazione nella ripresa, con l'Italia che continua a lottare ma che viene punita a lungo andare dalla classe dei Pumas, in meta una seconda volta al 59' con De La Fuente e avanti 15-20 a 10 minuti dalla fine. Finale all'arrembaggio per la nazionale di CT Brunel che, trascinata dalle serpentine di Campagnaro, trova al 74' la punizione del 18-20 realizzata dal neo-entrato Orquera che però quasi allo scadere non riuscirà a trovare i pali con un difficile drop da quasi metà campo che sarebbe potuto valere la vittoria.

Nonostate la sconfitta l'Italia ha mostrato diversi segnali positivi, su tutti il gioco in mischia ordinata e in difesa; meno bene invece l'attacco, con molti errori nel gioco alla mano. Gli Azzurri avranno ora una settimana di tempo per prepararsi al terzo, ultimo e più difficile Test Match in programma in questo autunno 2014. A Padova, sabato 22 alle 15, arriva il grande Sudafrica.

Rugby, Test Match: Italia-Argentina anticipata a stasera

L'allerta meteo diramata da Protezione Civile e ARPAL e valida a partire dalle 21 di oggi e per tutto il fine settimana sulla provincia di Genova, già martoriata, come tristemente noto, dalle forti alluvioni dell'ultimo mese, ha portato ieri la Federazione Italiana Rugby a decidere lo spostamento del Cariparma Test Match fra Italia ed Argentina, inizialmente programmato per domani pomeriggio alle 15 allo stadio "Luigi Ferraris" di Genova. A scopo cautelare la partita verrà invece disputata oggi alle 17.15, sempre nell'impianto del capoluogo ligure e con copertura televisiva garantita da DMAX a partire dalle 17.

La decisione ha lasciato scontenti molti appassionati, che sui social network hanno chiesto se non fosse stato possibile posticipare la partita o cambiarne la sede, per dare la possibilità a chi aveva già acquistato i tagliandi di poter assistere comunque alla sfida fra gli Azzurri e i Pumas. La Federazione, con un comunicato, ha spiegato così le sue, condivisibili, ragioni:

"Cari sostenitori della Nazionale, comprendiamo il rammarico di quanti di voi non potranno essere presenti alla partita contro l'Argentina. Siamo inoltre consapevoli che la disputa della partita nel tardo pomeriggio di un giorno feriale comporterà, per molti di voi, l'impossibilità a partecipare. Tutte le opzioni per riprogrammare la partita in una finestra maggiormente fruibile sono state valutate ma si sono verificate non percorribili. Nello specifico, stante la situazione attuale, non era possibile in alcun modo garantire lo svolgimento della partita nelle giornate di sabato e domenica. Sarebbe stato pertanto necessario annullare la partita, valevole per il ranking IRB, e siamo convinti di aver operato nell'interesse degli Azzurri offrendo loro l'opportunità di sfidare sul campo i Pumas. Giocare alle ore 17.15 di venerdì, in base all'allerta meteo promulgata in data odierna, era l'unica soluzione che ci è stata proposta per dare a Sergio e compagni la possibilità di scendere in campo. Vi terremo aggiornati su queste pagine circa le iniziative che verranno intraprese nei confronti di coloro che non potranno assistere alla partita di domani."

Rugby, Test Match: sorride l'Italia, vincono All Blacks e Australia, cadono Sudafrica e Argentina

Dopo dieci sconfitte consecutive tornano al successo gli Azzurri del rugby, che nel pomeriggio di ieri hanno superato 24-13 Samoa al "Del Duca" di Ascoli, lo stesso stadio dove, nel 2009, l'ItalRugby ottenne il primo successo in assoluto sui sempre ostici isolani. Sotto 3-10 al termine del primo tempo, gli uomini di coach Brunel hanno ribaltato il risultato nella ripresa grazie alle belle mete realizzate da Favaro e da capitan Parisse (foto). La convincente prova della mischia e il più che discreto esordio in maglia azzurra dell'apertura di origine neozelandese Kelly Haimona sono state le chiavi principali del successo dell'Italia, che ora proverà a confermare sabato prossimo a Genova contro l'Argentina quanto di buono fatto vedere contro Samoa. Sempre ieri sono stati giocati altri 9 Test Match: in una prova generale del Mondiale inglese 2015, a Londra gli All Blacks hanno avuto ragione di una buona Inghilterra col punteggio di 21-24. Fra i numeri uno al mondo da segnalare fra l'altro il ritorno in campo di Sonny Bill Williams nel ruolo di tre-quarti centro, dopo due anni di "prestito" al Rugby League. Vittoria in trasferta anche per l'altra grande del Pacifico, l'Australia, che si è imposta a Cardiff sul Galles per 28-33. Successi pesanti e di prestigio per Irlanda e Scozia, che a casa loro hanno sconfitto rispettivamente il Sudafrica per 29-15 e l'Argentina per 41-31. Altri risultati: Giappone-All Blacks Maori 18-20, Hong Kong-Russia 10-31, Georgia-Tonga 9-23, Romania-USA 17-27, Francia-Figi 40-15.

Rugby: novembre, tempo di Test Match

Un mese dopo il termine del Rugby Championship tornano in campo le grandi del rugby internazionale; nei fine settimana fra l'8 e il 29 novembre saranno in totale 32 i Test Match che si disputeranno - uno si è già giocato sabato 1 novembre a Chicago, con gli All Blacks vittoriosi sugli States per 74-6 - con 22 nazionali impegnate. Fra queste anche la nazionale azzurra del CT Brunel, chiamata a riscattare il pessimo tour nel Pacifico dello scorso giugno, chiusosi con tre sconfitte in altrettante gare. Proprio dal Pacifico arriverà il primo avversario di questa sessione di Test Match, Samoa, che l'ItalRugby affronterà ad Ascoli Piceno sabato 8 alle 15. Successivamente, sabato 15 e sabato 22, sempre alle 15, l'Italia riceverà, nell'ordine, l'Argentina a Genova e il Sudafrica a Padova. Le partite degli azzurri saranno trasmesse in chiaro su DMAX. Fra gli altri appuntamenti da segnare in calendario segnaliamo l'End of  Year Tour degli All Blacks, di scena contro Inghilterra, Scozia e Galles, mentre Australia e Sudafrica arriveranno in Europa per affrontare, rispettivamente e in ordine cronologico, Galles, Francia, Irlanda e Inghilterra e Irlanda, Inghilterra, Italia e Galles. Per avere il quadro completo dei Test Match di novembre basta consultare il sito ufficiale dell'International Rugby Board www.irb.com .

Rugby Championship: gli All Blacks chiudono i conti

Terzo trionfo in tre edizioni di Rugby Championship per la Nuova Zelanda. I numeri uno al mondo si sono aggiudicati il trofeo con una giornata di anticipo, battendo l'Argentina all'Estadio Ciudad de La Plata col punteggio di 13-34. Partita mai in discussione, dominata da cima a fondo dagli All Blacks che grazie alle mete di Smith, Dagg, Savea e Perenara hanno ottenuto, oltre ai quattro punti per la vittoria, anche il punto di bonus offensivo che ha permesso loro di staccare definitivamente in classifica il Sudafrica, nonostante gli Springboks avessero in precedenza vinto a Cape Town 28-10 contro l'Australia in un match difficile ma risolto brillantemente nel finale dapadroni di casa con 3 mete negli ultimi 9 minuti di gioco ad opera di Jean De Villiers, doppietta per lui, e Patrick Lambie. Fra una settimana, nell'ultima giornata di Championship, gli All Blacks già campioni faranno visita a Johannesburg ai grandi rivali sudafricani, mentre nella notte italiana fra sabato e domenica l'Argentina, alla caccia ancora della prima vittoria, riceverà l'Australia a Mendoza.

The Rugby Championship - 5a giornata.

Sudafrica - Australia 28-10

Argentina - Nuova Zelanda 13-34

Classifica: Nuova Zelanda 21, Sudafrica 15, Australia 10, Argentina 3.

Pagina 1 di 8
HomeSportRugby Top of Page

Articoli più letti

PILLOLE TRN ON AIR